Lo Studio Legale dell’Avvocato Paolo Dall’Ara offre assistenza in materia di diritto di famiglia. La consulenza è rivolta ai cittadini stranieri (rumeni e moldavi) presenti sul territorio italiano.

Le problematiche sono:

  • Separazione e divorzio

    Si affrontano in modo graduale ma veloce dapprima con una lettera inviata alla controparte, con la quale la si invita ad un accordo. Successivamente, in caso di mancato accordo, viene depositato un ricorso al Tribunale civile che può essere in una prima fase di separazione e poi di divorzio, quando si applica la legge italiana. In questo caso, infatti, la preventiva separazione è condizione necessaria per poter divorziare. . Oppure, qualora si decida di chiedere l’applicazione della legge comune dei coniugi (rumena o moldava), si può agire direttamente per il divorzio con grande risparmio di tempi e di costi, in quanto le legislazioni rumena e moldava non prevedono la separazione preventiva.

  • Affidamento e mantenimento di minore

    Si agisce per chiedere la regolamentazione del regime di affidamento e l’assegno di contributo al mantenimento dei figli nati fuori dal matrimonio minorenni oppure maggiorenni ma non ancora indipendenti economicamente.

  • Responsabilità genitoriale

    Per la sospensione o revoca della responsabilità genitoriale si ricorre al Tribunale per i Minorenni

  • Condizioni di divorzio

    Successivamente al divorzio si può agire per la modifica delle condizioni di divorzio stabilite dalla sentenza (aumento dell’assegno di mantenimento della ex moglie e/o dei figli, modifica del regime di affidamento…). La nuova decisione andrà quindi a sostituire quella parte della sentenza di divorzio di cui si è chiesta la modifica.

  • Diritto dei minori

    L’ufficio del Giudice Tutelare presso il Tribunale civile si occupa, tra le varie cose, di sostituirsi al genitore che non “collabora” nei rapporti con i figli. Ad esempio, nel caso in cui il padre sia assente, la madre può chiedere al Giudice Tutelare l’assenso necessario per il rilascio del passaporto al figlio minorenne.

  • Servizi sociali

    Lo Studio può occuparsi anche di coadiuvare i genitori nei rapporti con i Servizi Sociali, essendo questi spesso sentiti dal Giudice nelle cause di divorzio dei genitori.

Queste problematiche vengono correttamente gestite dall’autorità italiana quando i soggetti sono residenti in Italia, come indica la normativa europea.

Accade però a volte che cittadini rumeni o moldavi che devono divorziare si rivolgano al Tribunale del loro Paese. Ciò non è corretto ma avviene in quanto il Tribunale rumeno o moldavo non sa che i ricorrenti sono residenti in Italia. Non ci possono essere due residenze. Quando un cittadino straniero si trasferisce in Italia dovrebbe comunicare all’anagrafe del proprio Paese il cambio di residenza, cosa che non accade quasi mai. Ma questo è un errore. I procedimenti in corso, in questi casi, presso i Tribunali stranieri potrebbero quindi venire annullati. Difatti, accade spesso che , ad esempio, il Tribunale rumeno scopra che i coniugi sono residenti in Italia e chiuda il procedimento rimettendolo al Giudice italiano.

Il Tribunale competente in materia di divorzio e di tutela dei minori è quello dove i coniugi hanno avuto l’ultima residenza comune, oppure dove risiede il minorenne.

Chiedi una consulenza legale in ambito di diritto della famiglia!

6 + 2 = ?